Mi voglio cosi': ecco le preferenze dei pazienti di chirurgia estetica

pubblicato il da in News

Un sondaggio dell'ISAPS, la più prestigiosa associazione internazionale di Chirurgia Estetica, rivela quali sono i vip presi come riferimento e il dottor Gianluca Campiglio, chirurgo plastico milanese e membro dell’associazione, spiega quali sono i modelli Italiani dove convivono veline e miti immortali Nell’immaginario della Chirurgia Estetica c’è una scena classica: il paziente che arriva di fronte al medico e gli porge la foto del personaggio a cui vorrebbe assomigliare. L’ISAPS, la più prestigiosa associazione internazionale di Chirugia Estetica, ha voluto redigere una classifica delle richieste più frequenti dei pazienti di chirurgia plastica e per fare ciò ha lanciato un sondaggio tra oltre 20.000 chirurghi di 84 paesi, Italia compresa. I risultati non sono del tutto scontati, nell'era del consumo veloce di divi ed icone dello show business convivono stelle in ascesa e miti classici ma resistono anche glorie del passato, specie in Italia. Per il seno, ad esempio, tramontato il mito di Pamela Anderson, il modello da seguire è quello della indossatrice brasiliana Giiselle Bundchen, mentre le adolescenti americane continuano ad avere Britney Spears come loro punto di riferimento. Per le labbra vincono con distacco quelle di Angelina Jolie, anche se la bocca più sottile di Julia Roberts rimane sempre molto richiesta. Il ‘fondoschiena’ di Jennifer Lopez continua a non avere rivali a livello mondiale (tranne che in Brasile, dove le bellezze locali fanno categoria a parte). Per il naso la scelta più gettonata è quella di Nicole Kidman seguita da Julia Roberts (che, sommando i piazzamenti nelle varie categorie, incorona la pretty woman ai primi posti in assoluto) terza Jennifer Aniston. L’addome di riferimento è quello di Giselle Bundchen, ma va forte anche quello di Shakira e dell'atletica Demi Moore. Scorrendo la classifica vincono gli occhi di Angelina Jolie e, a sorpresa, ottengono tantissime preferenze le gambe della sessantenne Tina Turner oltre le classiche Sharon Stone (basic instinct) e Cameron Diaz. Non dobbiamo poi dimenticarci degli uomini visto che ormai costituiscono quasi il 40% dei pazienti anche in Italia. Brad Pitt non ha rivali per l'addome e per il naso, categoria in cui si piazza bene anche George Clooney. La stessa accoppiata si trova ai primi posti persino nella sezioni “occhi” e “labbra”. Pitt ha anche il fondoschiena che ogni uomo vorrebbe avere (e che ogni donna vorrebbe che il suo uomo avesse), ma la famosa scena di nudo in 'Arma Letale' continua a far rimanere Mel Gibson secondo in graduatoria. E in Italia, ovviamente accanto ai volti internazionali ci sono le bellezze locali che ci illustra il dottor Gianluca Campiglio, chirurgo plastico milanese, membro dell'ISAPS e tra i medici che hanno contribuito a realizzare il sondaggio: “Anche in Italia Angelina Jolie e Brad Pitt sono i più scelti come modello di riferimento, ma devo dire che continuano ad essere considerati modelli di bellezza classica corpi e volti come quelli di Sophia Loren, Liz Taylor o Catherine Deneuve. Poi ci sono i miti televisivi di oggi e specie per le ragazzine il mito della velina resiste: e così volto e sguardo di Ilary Blasy sono un modello di riferimento, idem i glutei o il seno di Elisabetta Canalis. Tra gli uomini l'invidia è soprattutto per Raul Bova ma sono in buona posizione anche gli occhi di Alessandro Preziosi e il corpo (in particolare gli addominali) di Walter Nudo. Curioso è che ci siano anche gli esempi in negativo, cioè arrivano pazienti con la foto del vip a cui non vorrebbero assomigliare, ad esempio molte donne che desiderano un aumento di seno, per enfatizzare il fatto che non vogliono esagerare, indicano quello di Pamela Anderson come troppo grande”. Il Dottor Campiglio però giudica necessaria una premessa: “Personalmente non opero mai un paziente che giunge nel mio studio portandosi dietro la foto del vip di turno e che mi chiede di riprodurre esattamente quel risultato sul loro corpo. Ogni situazione clinica è sempre diversa dall'altra e un naso perfetto sul corpo di Julia Roberts potrebbe stonare su quello della paziente che ho di fronte. Avere dei riferimenti può essere utile per avere indicazioni sul gusto estetico di chi si rivolge al mio studio ma la soluzione più indicata deve sempre essere ritagliata sulla fisiognomia del paziente”. E' un po' come quando per descrivere una persona si usa il riferimento di un attore famoso, si sa che è solo una vaga somiglianza ma rende l'idea. Sta poi alla professionalità del chirurgo estetico consigliare o meno un’operazione e quale tipo di intervento suggerire per soddisfare il paziente, perché se i vip hanno l'obbligo di piacere a milioni di fans noi dobbiamo piacere soprattutto a noi stessi.